Home » » Gli auto-regali

Gli auto-regali

By Simone Corà | sabato 25 dicembre 2010 | 13:00

Giorni sfortunelli e a loro modo buffi, questi. In rapida, precisa, schiacciante successione, ho rovinato il divano della morosa macchiandolo con l’olio del tonno, ho fatto cadere l’hard disk esterno privandomi probabilmente di quasi un tera di serie tv e anime custoditi golosamente da una vita e di vari appunti da scrittore che già piango, mi hanno bocciato la revisione dell’auto dopo che il meccanico mi aveva detto che era tutto okay, cose di lui col sorrisone e il pollice alzato e io che mi fido, per poi scoprire che la marmitta aveva dei buchi tipo un pezzo di formaggio abbandonato in una credenza dove i topi ci hanno tirato su famiglia.


Non potevo quindi non concedermi un auto-regalo per mandare un po’ affanculo tutte ’ste sciagure, e mi sono orientato su un paio di sfizi che da tempo avevo sulla wishlist. Tre libri, tre bei tomi corposi in cui perdersi, trovati a pochi spicci su ibs e dintorni.

Il primo è Casa di foglie, di Mark Z. Danielewski, ché Elvezio ne aveva parlato così così ma penso sia comunque un libro da provare per la sua struttura labirintica e la presunta originalità narrativa, un horror che forse non è horror ma non si sa bene cosa. Un bestione da 900 pagine con cui spero di friggermi volentieri il cervello.

Il secondo è Lo stagno di fuoco, di Daniele Nadir, ché McNab ne ha parlato benissimo e sono rimasto fulminato da quella recensione, dagli accenni di trama che verte sull’apocalisse biblica, lo scontro tra angeli e demoni in una visione insolita, e sullo stile complesso, fatto di frasi lunghissime per descrivere milioni di personaggi, cose per cui già vado in brodo di giuggiole.

Il terzo è Comma 22, di Joseph Heller, ché sono ignorantissimo e non lo conoscevo prima che lo citassero come fonte di ispirazione de Il mondo dopo la fine del mondo. Una satira militare a quanto sembra spassosa e incontenibile, un pezzo forte della narrativa anni Sessanta e ancora oggi libro importante. Chissà che colmi una delle migliaia di lacune che cerco sempre di nascondere.

Infine Queen Victoria: Demon Hunter, di A.E. Moorat, ché delle miriadi di parodie horror di personaggi storici alle prese con vampiri, zombi e varie altre creature infernali, questa, a quanto si dice, è tra le più divertenti e riuscite.

Voialtri midian-fan cosa vi siete auto-regalati? Intanto che ci pensate, buoni panettoni a tutti!

11 commenti:

  1. Poi fammi sapere se "Lo stagno di fuoco" ti è piaciuto... A distanza di anni io ne conservo ancora un ottimo ricordo :)
    Già sfogliandolo dovresti aver apprezzato le ottime illustrazioni (almeno spero, eh eh eh).

    Buona lettura!

    RispondiElimina
  2. sono arrivato vicino ad acquistare il cofanetto con i tre atti di Amici miei, ma poi ho desistito.

    in compenso mi sono trovato davanti gli ultimi due volumi della torre nera a fumetti, e non ho potuto evitare di prenderli (scoprendo incidentalmente che me ne sono perso uno).

    RispondiElimina
  3. Io mi sono fatto auto-regalare (una storia lunga) un piccolo stereo con ingresso ipod e usb. Quest'anno prevedo pochi libri e molta musica... magari anche qualche audiolibro.

    Simonee

    RispondiElimina
  4. Minchia ma la sfiga scorre potente in te! :-)
    Io non mi sono auto regalato nulla quest'anno!

    RispondiElimina
  5. Cioè, dico, di solito i divani si macchiano con altro, non col tonno!!!! (La Parise ha sempre ragione)

    Crescizz

    RispondiElimina
  6. Sei stato punito per i peccati che non hai potuto non commettere. Se fai un torto al Mistè te la cavi, ma se fai un torto anche alla donna del Mistè la sfortuna ti perseguiterà inesorabile. Ciò ti ricorderà che la prossima volta non devi vedere "Paranormal Activity 2" senza condividerlo con i tuoi amici preferiti. :P

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutti della solidarietà :p

    @ Sara: perdonez-moi, ci saranno altri film che ce la faranno fare addosso mentre il Mistè sbadiglia. :)

    RispondiElimina
  8. Dai, diciamo che per farti perdonare verrai sulle montagne russe. XD

    RispondiElimina
  9. Io mi sono autoregalato tanti lbri e fumetti,tra cui IL 36 GIUSTO e glinultimi due volumi di BUFFY.
    Certo che,Silente,hai proprio bisogno di un esorcismo. :)

    RispondiElimina
  10. @ Sara: no, quello mai! :-D

    @ Nick: magari quello me lo regalo per il natale prossimo. ;)

    RispondiElimina