Home » , , , , » Sono ancora in tempo per...

Sono ancora in tempo per...

By Simone Corà | lunedì 21 giugno 2010 | 20:20

... fare due brevi segnalazioni prima che me ne dimentichi o più che altro prima che i miei boss mi sbriciolino le dita.

Parlo del Nella Tela!, concorso organizzato dal team LaTelaNera/Edizioni XII, che ritorna anche quest’anno con la nuova formula tripartita, che permette di partecipare in tre sezioni:
. con opere lunghe fino a 666 parole nella sezione 666 passi nel delirio;
. con opere lunghe fino a 20.000 caratteri nella sezione racconti;
. e infine con opere lunghe fino a 40.000 caratteri nella sezione novelle;

I generi accettati sono sempre i soliti, ovvero noir, fantastico, horror, fantascienza, fantasy e via così, li conoscete tutti, su.

Il montepremi totale è di 600 euro, e il vincitore di ogni sezione se ne beccherà così 200, che non sono male. Il costo di iscrizione invece è di 15 euro per il primo racconto e di 2 per gli altri.

Partecipate in gran numero, avete tempo fino al 15 ottobre, o il Valsecchi mi fa chiudere il blog.

Leggi il bando del Nella Tela!


E una segnalazione anche per Melodia, la riedizione del romanzo fantahorrorarcheologico di Daniele Bonfanti in una versione riveduta e corretta, che toglie le molte ingenuità e imperfezioni dell’opera originaria, uscita nel lontano 2007, e irrobustisce una trama estremamente complessa, dove si parla di alieni, angeli, demoni e fantasmi, ma anche di canzoni dimenticate, misteri sepolti nel passato, profezie millenarie, congiure ancestrali, manoscritti antichissimi e soprattutto gatti, senza dimenticare un bel po’ di metanarrativa e filosofia.

Riuscirà Mattia a ricordare la melodia che da giorni gli frigge la testa e salvare il mondo?

Lo si può scoprire in questo romanzo di 250 pagine, molto denso ma agevole, che in questa versione 2.0 acquista più precisione, credibilità ed esplosioni ancora più grosse, in tutte le librerie al prezzo di 15 euro.

Compratelo in tanti o il Bonfanti mi licenzierà.

Leggi la scheda di Melodia, di Daniele Bonfanti.

5 commenti:

  1. Ti prometto che ci faccio un pensierino che a vederti licenziato,senza blog e a dormire sotto i ponti non ce la faccio.
    Sarebbe troppa cattiveria perfino per me.

    RispondiElimina
  2. si sì, sotto i ponti ti voglio!

    RispondiElimina
  3. Oibò. Io ti credevo il boss dei boss :D

    RispondiElimina
  4. Troppo tardi.
    Sei licenziato.

    Ah no, devi ancora preparare quell'intervista là.
    Ok, sei riassunto.

    :D

    RispondiElimina