Home » , , » Tutti finalisti al Fantasy Horror Award!

Tutti finalisti al Fantasy Horror Award!

By Simone Corà | mercoledì 3 marzo 2010 | 13:21

Cinque modi per buttare via 20 euro.

. Essere schifosamente ricchi e aver finito la carta igienica e le banconote da 100.
. Essere immancabilmente stupidi e averli prestati al nuovo fidanzato della vostra ex per fare in modo che lui potesse comprarle un bel regalo.
. Essere cognitivamente citrulli e aver acquistato il dvd originale e a prezzo pieno de La terza madre.
. Darli per qualche strano motivo a Jacopo Mistè.

E infine, il modo migliore con cui ogni scribacchino del pianeta dovrebbe bruciare preziose banconote guadagnate con sudore proprio o altrui: Essere imperdonabilmente creduloni e aver partecipato al concorso Fantastique, indetto all’interno della manifestazione Fantasy Horror Award.

Il sospetto della presa in giro, invero abbastanza palese, nasce con questa simpatica mail, giunta 10 giorni dopo la chiusura delle iscrizioni.

"Salve,
con la presente le confermiamo che la sua opera è pervenuta correttamente alla selezione del Fantasy Horror Award e il suo nome rientra tra i finalisti. Sabato 20 Marzo alle ore 20:00 presso il Cinema Corso di Orvieto, durante la conferenza che terranno Federico Zampaglione, Jaume Balaguerò, Dario Argento e Brian Yuzna, la nostra organizzazione rivelerà i vincitori per ogni sezione. La premiazione ufficiale avverrà durante la cerimonia degli Award, domenica 21 Marzo.
Per poter accedere ai posti riservati del Cinema Corso, la preghiamo di registrarsi all'ufficio accrediti appena arriverà alla città di Orvieto entro e non oltre le ore 12 di Sabato 20 Marzo.
Le ricordiamo che nella brochure allegata troverà gli alberghi e ristoranti convenzionati..."

Mail che, chissà per quale strana, imprevedibile, davvero impensabile congiunzione astrale, è arrivata a tutti i partecipanti di mia conoscenza. Un giro di mail, qualche sms, una veloce chattata su msn, l’ispezione nei forum, ed ecco che il patatrack, per non dire qualcos’altro, sale a galla.

A quanto pare, iscriversi al Fantastique comporta automaticamente l’essere finalista. E con tutti i racconti con cui si ha partecipato! Wow. Fantastico. Rivoluzionario. Mi sembra una cosa molto onesta, pulita, corretta, soprattutto pensando al fatto che i racconti finalisti dovevano essere DIECI, e non, come invece traspare dalla situazione attuale, chiunque abbia partecipato.

Non ci vuole quindi molto per capire che la mail sospetta altro non serve che per costringere furbescamente i partecipanti ad andare alla kermesse e aumentare così il numero di visitatori, nonché per gonfiare qualche portafogli e gli ingressi ai vari hotel e ristoranti necessari per sopravvivere alla trasferta umbra.

Per carità, l'FHA in fondo sembra apparentemente (apparentemente) molto gustoso, ma siamo alla prese con quanto di più risibile, male organizzato, meschino e assolutamente inaffidabile (davvero pensavano che nessuno si accorgesse?) mi sia mai capitato in ambito agonistico/narrativo.

Almeno un po’ di trasparenza, un minimo di umiltà nel confessare che le tempistiche atroci che si sono imposti hanno impedito loro di portare a termine le valutazioni e che prima del fatidico 20-21 non c’era alcun modo di avere i finalisti. La situazione non migliorerebbe ma si apprezzerebbe l’onestà.
E invece no, sia mai, ché se si può raggirar la gente perché non farlo?


E insomma, con queste credenziali, chi può credere che, uuuh, l’ambito premio (non in denaro, figuriamoci), ovvero la pubblicazione del racconto vincitore in una futura antologia con nomi di spicco del settore, diverrà realtà? Ma anche se fosse, a chi interesserebbe davvero gareggiare, dopo essersi impegnato, dopo aver speso TEMPO per scrivere e riscrivere e aggiustare e perfezionare tre racconti, dopo aver sborsato VENTI EURO, se l’impegno degli organizzatori è così nullo?

Chiaro che non andrò al, ehm, evento, neanche se mi ci trascinano: se il concorso di narrativa è così mal gestito, chi mi dice che non lo sarà anche l’intera kermesse? Chi mi dice che tutti quegli ospiti ci saranno davvero? E chiaro anche che non parteciperò mai più a nulla avente a che fare con i nomi coinvolti in un’organizzazione così scadente che rido, rido di gusto nel vedere il modo in cui si è resa tanto ridicola.

A questo punto era lecito aspettarsi una mail di scuse, come minimo, cosa in ogni caso inutile, dato che l’intera manifestazione si è sputtanata e rimediare è ormai cosa impossibile. Invece arriva questa assurda precisazione sul sito del FHA (che tra l’altro stravolge di punto in bianco alcune clausole del bando che sembravano imprescindibili), nella quale non si nota, ma proprio per niente, la disperata arrampicata sugli specchi.

Nel frattempo, a voi partecipanti furiosi, a voi scribacchini amici, a voi amanti dell’horror in generale: fate girare la voce, su blog, forum, facebook, twitter e ovunque vi capiti.

19 commenti:

  1. E poi qualcuno ancora insiste a chiedermi perché m'intestardisco a far tutto da solo, evitando concorsi e ponti d'oro (presunto) che mi arrivano un giorno sì e uno no via mail...
    Ma vaffanciaps!

    RispondiElimina
  2. come detto sul blog di Gelostellato, entro sera cancellerò da Splattergramma tutte le notizie riguardanti Orvieto.

    Potrei scrivere ora e qui i nomi dei vincitori di almeno 5 o 6 delle categorie, con due settimane di anticipo, ma lasciamo stare.

    Questi signori non hanno capito nulla di come funziona il web, dovrebbero starsene fuori, sulla carta stampata, sulla celluloide, fra i loro invitini elle premiazioncine, ma devono capire che certi barbatrucchi in Rete sono più difficili da farsi...

    La cosa migliore?
    Per fortuna i nomi dei coinvolti rimangono, ognuno può segnarseli ed evitarli negli anni a venire.
    Loro non sono l'Horror, possiamo farne a meno (così come, ovviamente, loro possono fare a meno di noi.

    Si applaudiranno da soli, auguroni.

    RispondiElimina
  3. Certo che le due immagini da sole dicono tutto quello che devono dire.

    Fortunatamente non ho partecipato.

    RispondiElimina
  4. Elvezio, rimanendo su toni seri (evento raro come una glaciazione), ti confido però che queste piccole ma ripetute truffe e truffine mi causano grande scoramento.
    Là fuori è pieno di lupi. Non c'è rispetto per chi porta avanti questa passione sbattendosi nei ritagli di tempo, fino a improbabili orari notturni, mentre il resto del mondo accomoda il culone sulla poltrona per guardare la TV.
    Io è da un paio d'anni che non credo più a niente e nessuno (nell'ambito della narrativa di genere italiana).
    Ci sono delle splendide persone, generalmente quelle che conosco per meriti conquistati sul campo. E poi c'è però un'orda di sciacalli, ipocriti, incapaci, merdaioli, approfittatori.
    Fare tutto da solo - autoproduzioni, blog, etc - è FATICOSISSIMO, ma mi ha finalmente tolto dall'imbarazzo di dover interagire con siffatti cialtroni.

    Per fortuna che almeno il web livella i peggiori, ovvero quelli che gli imbrogli nemmeno sanno farli bene...

    RispondiElimina
  5. Il punto è che sarebbe bastato dire "Scusate, troppi racconti, non ce la facciamo nei tempi previsti, daremo i risultati solo all'ultimo minuto".

    Sono cose che capitano. Prendendo parte all'organizzazione dei concorsi targati XII e LTN so bene le fatiche e i mille casini che possono sempre nascere, però, Cristo, ci hanno preso per imbecilli analfabeti che non conoscono internet.

    E ora l'ultima news parla di un premio in più, un volume che raccoglie gli estratti, madonna, gli estratti dei 150 racconti migliori...

    Siamo nel delirio più puro.

    Ridicoli, ridicoli oltre ogni cosa. Auguro al FHA, ma di cuore, tutto il male possibile.

    RispondiElimina
  6. E' un puro caso che non abbia partecipato al concorso con 15.000 battute su come sono fatti dentro gli zombi.
    Purtroppo però l'ho raccomandato a qualche amico capace di prendere sul serio le scadenze, perché in tutta onestà mi sembrava una cosa grossa e seria, in grado di offrire vera visibilità ai vincitori. Sto cercando altre notizie in rete. Più leggo, più mi abbacchio.
    Sento già le chiavi di quelli a cui l'ho consigliato stridere sulla vernice della mia macchina...

    RispondiElimina
  7. Tutto ciò è davvero, italicamente, penoso.

    RispondiElimina
  8. oh Danilo
    in quattro parole hai riassunto quasi 40 commenti del mio blogghe
    complimenti :)

    vabbè dai
    siate felici e godetevi lo spettacolo
    le loro arrampicate sono sempre più spassose
    :)

    RispondiElimina
  9. Il TOP è senza dubbio il tomo costituito da 150 "estratti" di racconti. Da consegnare, però, l'anno prossimo alla nuova edizione...
    Ma che ca**o vuol dire?
    Sono allibito. O__O

    RispondiElimina
  10. Non puoi sperare di vincere un gran premio su una Ferrari, quando guidi tutti i giorni una Seat Ibiza (Senza offesa x nessuno: è la mia macchina da 15 anni ^_^).
    ... a questo punto, nonostante la rabbia, cominciano a farmi un po' pena.

    RispondiElimina
  11. Drande Danilo! Dovevo farlo io un post con le tue parole! :-D

    @ Agony: visibilità, sì, e magari qualche pseudo gancio editoriale, sono questi gli unici motivi per cui ho partecipato io e immagino tutti gli altri. Sembrava tutto figo, tutto importante, tutto serio, con tutte le carte in regola per diventare IL concorso dedicato al fantastico come lo era stato il Premio Lovecraft.
    E invece...

    @ Angelo: e noi ancora qui a stupirci che possa accadere...

    @ Gelo: con un biglietto che costa 20 euro, me lo voglio godere eccome, lo spettacolo.

    @ Elgraeco: sarà un bel volume, che tutti vorranno acquistare e conservare. Peccato, gran peccato davvero, che, per quanto ne dicano, non verrà mai prodotto. XD

    @ Munzic: non potevi trovare termine più adeguato. :)

    RispondiElimina
  12. Io partecipo a concorsi e continuerò a partecipare, cercando di informarmi più e meglio su chi li organizza e privilegiando quelli dove in qualche modo ho un tornaconto di contatti, conoscenze e divertimento.

    Meglio venir massacrato cento volte alla royal rumble o al circo massimo che iscrivermi una volta a una presa per il culo del genere. Però non condivido con Alex l'idea che bisogna evitare concorsi perché sono tutti così. Non è vero e basta guardarsi in giro per averne le prove.

    A parte questo.

    Sui vari forum la notizia è rimbalzata, su alcuni nostri blog e poi?
    Guardando l'elenco di Gelo ci sono 20 nomi 20, dei quali più della metà del gruppo di XII.
    E gli altri? Dove sono tutti gli altri?
    Quanti non lo hanno saputo?
    E soprattutto, quanti lo hanno saputo e (come ho letto su altri forum) difendono a oltranza l'evento, per una forma di disperata speranza o altri motivi?
    A me questo un po' forse fa "paura". Che ci sarà gente che nonostante tutto ci andrà, magari comprerà una copia dell'antologia di estratti e starà seduto sperando.

    RispondiElimina
  13. Sono pienamente d'accordo con Matteo. Davvero. Quoto ogni singola parola.

    Non bisogna rischiare di prendere il disastro FHA come unico e solo esempio di cosa succede in Italia nell'ambito dei concorsi di narrativa.

    Di ottimi concorsi ce ne sono (per non parlare di belle sfide come la Royal Rumble, che ripaga di ogni sforzo con commenti e critiche costruttive sempre utili), basta guardarsi in giro, appunto.

    Il Fantastique dava l'impressione di esserlo. Non è così. Okay, ora si sa che da quella gente lì non si potrà mai ottenere qualcosa di buono, quindi la si evita. E si cerca di farla evitare a più gente possibile con post come questo, quello di gelo, dello sciamano, di Elvezio, ecc...

    Ma...

    Davvero in altri forum difendono questo circo? Dove?

    RispondiElimina
  14. Qua forse non difendono ma come dicevo stentano a credere alla realtà:

    http://www.writersmagazine.it/forum/viewtopic.php?t=7425&start=30

    RispondiElimina
  15. Non fraintendetemi ragazzi: so benissimo quanto siano validi i concorsi realizzati dai siti "certificati" che io stesso frequento da anni.
    Il mio sfogo era rivolto piuttosto ai presunti professionisti che dovrebbero offrire quel quid in più rispetto al sottobosco della Rete (di cui io sono orgogliosamente fiero).
    Insomma, quella gente che dovrebbe portarvi/ci in libreria etc etc.
    Sarà che questa è la seconda fregatura in cui incappo nel giro di un mese (la prima mi ha coinvolto anche di persona)... per questo, nel commento precedente, dicevo "Non c'è rispetto per chi porta avanti questa passione sbattendosi nei ritagli di tempo".

    La cosa che fa incazzare è che questa mancanza di rispetto viene da chi dovrebbe invece esibire una professionalità cristallina.

    Spero di essermi spiegat meglio ;-)

    RispondiElimina
  16. @ Matteo: ho guardato e letto il link... è tutto okay, tutti sono dubbiosi a parte quel soggetto in particolare il cui comportamento non è affatto strano. Quindi anche su WMI la gente mugugna, ottimo.

    @ McNab: sì, certo, Alex, era chiaro anche prima il tuo punto di vista, poi comunque ti conosciamo come conosciamo il tuo pensiero a riguardo, quindi don't worry. :)

    RispondiElimina
  17. mah... io ero (ingenuamente) intrenzionato a partecipare alla sezione fumetto del concorso, ma impegni e contrattempi non me lo hanno permesso, e visti i risvolti posso solo esserne contento...
    Maledetti sciacalli!

    RispondiElimina
  18. Già, puoi proprio ritenerti fortunato! :-D

    RispondiElimina