Home » , » Moonlight, Twilight... insomma, ancora vampiri

Moonlight, Twilight... insomma, ancora vampiri

By Simone Corà | venerdì 27 novembre 2009 | 20:31


È abbastanza curiosa la genesi che ha portato alla nascita, e poco dopo alla morte, di Moonlight, serie tv sciaguratamente vampirica in onda da stasera su Italia 1.

Prima di tutto perché, in origine, avrebbe dovuto chiamarsi, anzi, si chiamava Twilight, con buona pace del copyright e della fama che, ahiloro, doveva ancora dilagare, ed è durata lo spazio di un episodio pilota, mandato in onda nel marzo 2007, bocciato in lungo e in largo da pubblico e network.

Poi, la CBS, intravedendo comunque delle potenzialità nel progetto, che, a scanso di equivoci, parla di un vampiro che fa l’investigatore, cirstiddio, che tristezza, riprende in mano il canovaccio e chiama David Greenwalt, uno che, nell’ipotesi di un’invasione vampirica, vorresti avere accanto, perché è co-autore di Buffy e Angel.
E quindi ecco che la serie riparte da settembre 2007, con un nuovo nome, Moonlight, e tante belle aspettative.

Il pubblico non si strappa i capelli, la critica nemmeno, ma gli ascolti sono discreti, e insomma, a quanto sembra si è visto ben di peggio.

Ma, nel bel mezzo della lavorazione della prima stagione, interviene ancora una volta la CBS che, frusta in mano, annuncia la futura cancellazione la serie. Gli autori si vedono quindi costretti a far fumare le penne per chiudere il tutto, con un minimo di coerenza, in 16 episodi, proprio quando, nel 2008, esplode definitivamente la moda Twilight e, in qualche modo, si chiude un cerchio.

Tutto questo per ripetere ancora una volta che i succhiasangue della malora hanno rotto gli zebedei, e non vorrei mai che, dopo la narrativa e il cinema, anche la tv, che già abbonda di Blood Ties di qua e quanto meno del bellissimo True Blood di là, venga sotterrata dalle sanguisughe romantiche.

Intanto Moonlight ha un paletto nel cuore, e guardate il povero O'Laughlin lì sopra che sguardo tristarello che ha, e questa non può essere che una piccola soddisfazione.

13 commenti:

  1. Una tristezza infinita.
    Tra l'altro ieri sera ho visto che il non-morto investigatore (che palle!) se ne va in giro tutto tranquillo alla luce del sole e non luccica nemmeno! LOL
    Sedici episodi sono davvero troppi per l'ennesima boiata a tema vampirico.

    Un saluto
    ;D

    RispondiElimina
  2. Non lo guarderò mai.
    Che siano maledetti tutti coloro che hanno infangato uno dei "mostri" più riusciti della storia.
    Oramai i vampiri sono solo bellimbusti per far sognare le bimbeminkia.

    Dio ci preservi Claudio Vergnani.

    RispondiElimina
  3. ... e da bicchiere mezzo vuoto quale sono, spero non accada anche ad altre classiche creature! Immagino già lo zombi strappacuori! :D

    RispondiElimina
  4. elgraeco se vuoi vedere luccicare qualcosa guarda le stelle

    mcnab75
    maledici qualcuno per così poco?e le ragazze fan dei romanzi vampireschi sono tutte bimbeminkia? ma bene...

    occhio sulle espressioni
    lo zombi strappacuori non l hanno ancora inventato ma quello strappacervelli si...deve essere passato dalle vostre parti

    RispondiElimina
  5. Il punto, Tamude, è che siamo SOMMERSI dai vampiri, vampiri che sono stati snaturati, triturati, trasformati in cose che nulla hanno a vedere con la figura originaria.

    E chi, come il sottoscritto e chi segue il blog, cerca qualcosa, dall'horror, un qualcosa che non abbia a che fare con storie d'amore tutte uguali, che tra l'altro, ehm, storie d'amore e horror?, comunque, dicevo, chi cerca quel qualcosa e per trovarlo deve andare nello scaffale più lontano, più impolverato, ecc, ecco, semplicemente non ne può più.

    RispondiElimina
  6. si chiarissimo quello che dici. ma siamo sommersi da peggio e la critica degli altri mi sembra eccessiva...boiata..bimbeminkia...spero non accada ad altre creature (addirittura)...

    RispondiElimina
  7. Effettivamente c'è molto di peggio:la fame nel mondo, le guerre, i politici corrotti e le polpette alla marmellata dell'Ikea.
    Peccato che il post trattasse di tutt'altro e non vedo perchè, chi si è effettivamente rotto le palle di vedere harmony travestiti da libri horror non possa esprimerlo come gli pare e piace.
    Questa non è un'evoluzione delle "creature", è un'involuzione della cultura.

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. @Tamude: ci vai pesantuccia, eh! :D Senza cervello non me l'avevano mai detto, semmai di essere un po' magro, vale lo stesso? Mi piace anche il "vostre", il maiestatis mi ha ormai condannato alla pluralizzazione della mia personalità.
    Il concetto da me espresso era CONTESTUALIZZATO al blog, non ho avuto bisogno di ulteriori spiegazioni perché in questa sede, creata e frequentata da appassionati, il senso della cosa era chiaro, ci eravamo capiti senza scendere nei dettagli più di tanto.
    La questione è puramente COMMERCIALE, era una critica sulla mercificazione di certi temi, cose create ad hoc per vendere vendere vendere; non era mia intenzione focalizzarmi più di tanto sull'"idea", perché ci può stare tutto a patto che non sia snaturato soltanto per altri fini...
    Ti rispondo qui e basta, visto che, tipico di persone che toccano e fuggono, mi sembra tu non abbia uno straccio di recapito pubblico o mail che sia, non rimane che sperare in un tuo irrunciabile ritorno. Se Simone permette posso delucidarti meglio sul mio pensiero(anche se mi sembra di aver spiegato discretamente ciò che voglio intendere) anche in loco, sempre da "decervellato"(CERVELLO... AAAAAAHHHHH...) qual sono, certo!
    Ah, comunque mi ero mantenuto su una certa ironia, come ha già detto qualcuno non si discuteva di mali ben peggiori, la tua boria sembrava quasi da persona privata da profitti economici causa MALIGNI COMMENTI SU MIDIAN! :D

    RispondiElimina
  10. E in realtà tutti quei profitti economici vanno a rimpizare le mie tasche, oh sì! :-P

    Cmq, Tamude meteora che crea scompiglio momentaneo, ovviamente nient'altro.

    E ora ricominciamo tutti a fare cose più genuine tipo leggere La ragazza della porta accanto, ecco, mi raccomando. :)

    RispondiElimina
  11. cybisx
    mi pare che chi sia rotto le palle si sia espresso come gli pare e piace e io non l ho impedito ho solo fatto un'osservazione circa critiche esagerate nonchè un linguaggio volgare ed offensivo verso chi è amante del genere...tutto qui

    occhio sulle espressioni
    quando gli zombiespaccacuori andranno di moda faranno soldi anche con quelli e non sarà la tua opinione o quella di altri a fermare i profitti.dici che la questione è puramente commerciale: si è vero snaturano creature leggendarie (in questo caso i vampiri) per far soldi. ma mi sembra stupido parlare di "snaturare" qualcosa , soprattutto se stiamo appunto parlando di creature fantastiche , leggendarie che hanno sempre e solo avuto i caratteri che l'uomo ed il tempo gli hanno attribuito (se una cosa non esiste non c'è neppure una natura da snaturare).piuttosto diciamo che l'idea di vampiro che a te e ad altri stava bene, viene ferita dall'adattamento moderno-romanzesco tendente a soddisfare le teenagers in particolare.
    parlo come una persona privata dei profitti causa maligni commenti sui midian? no...parlo semplicemente da una che stava seguendo moonlight con interesse e trovo critiche insensate sul fatto che non luccichi (magari le storie e gli adattamenti non sono tutti uguali e cmq se non ti piace il genere fai meno a guardarlo, perchè per sapere che edward luccica e mick no , vuol dire che l hai guardato),maledizioni sui produttori o_O e gente ferita dallo snaturamente delle creature classiche...e se inventano le arpie ninfomani? mi sa che li non ci sono critiche XD

    RispondiElimina
  12. Tamude: ma non sarai una di quelle che vanno nei pub con gli amici e dopo una 0,2 di infimo gusto iniziano a sbraitare verso mezzo locale? E che descrivono le loro performance "ribelli" su Facebook?
    Metti un po' di zucchero nel tuo caffé!
    La seconda parte della tua risposta mi ha dato un effetto psichedelico, un po' per la strana punteggiatura ed un po' perché hai mischiato sotto il mio nick diverse opinioni. Ma del luccicare l'ho scritto io? Un po' di ordine, per favore, almeno citando chi si ha detto una cosa, chi un'altra...

    Comunque non hai nuovamente capito che intendevo. Ti parlavo dell'accettabilità di ogni idea(leggi, l'ho scritto), ma la mia opinione si riferiva al votarsi a circoli figo-economici-di corrente troppo, troppo palesi! E' come se un tizio volesse scrivere di Frankenstein, poi, vedendo che adesso è DI MODA il vampiro sexy, si prodiga a scrivere di esso, magari venendogli tutto male perché meno ispirato. Intendevo anche far VENIRE A MALE un certo tema, causa TREND, causa proposta continua ed ingombrante solo perché di tendenza, non certo perché si sono sentiti tutti ispirati nello stesso momento. Ripeto: io non mi sono focalizzato sul fatto che il vampiro debba essere fatto così o cosà, ma che venga sovraprodotto e mercificato, che poi sia luccicante, a scaglie verdi o pellerossa non mi interessa.
    Ah, io l'opinione sul mercato comune continuo ad esprimerla, non fermerà i profitti, ma neanche posso stare in silenzio perché a Tamude da Rosolini non va bene.
    E per finire... Nuovamente tipico di chi attacca "mestruamente" mi hai infilato in una categoria in cui non mi sento di appartenere: quella degli "appassionati" di ninfomani e apprezzanti qualiasi cosa, basta che presenti donne vogliose. Non ti menare di smile sorridenti che sei proprio fuori strada, generalizzazione tipica di chi non riflette.
    Un saluto. :)

    P.S. mi pare che a nessuno più interessi la faccenda e qualcuno ha espresso la volontà di cambiar pagina. Per altri insulti potresti scrivermi privatamente o consigliare un luogo dove spostarsi, grazie!

    RispondiElimina