Nausicaä, Berserk & altre leccornie dagli occhi a mandorla

By Simone Corà | domenica 16 agosto 2009 | 13:34

Da pochi giorni sono disponibili in tutte le fumetterie alcuni appuntamenti dolorosi per il portafogli ma necessari per assetare la voracità nerd.

Nausicaä della valle del vento, di cui vi ho parlato qui, ritorna con il #2, ed è difficile resistere a uno dei must have del guru Miyazaki, anche se gli esagerati 9,90 € imposti dalla Panini fanno soffrire come pugnalate ai reni. Si potrebbe dire che la qualità si paga, ma le voci insistenti su questa nuova traduzione tutt'altro che fedele all'opera originale fanno venire i sudori freddi.

Atteso quasi quanto i mondiali, invece, il nuovo appuntamento con Berserk, il #33, che esce, come tradizione, a distanza di n mesi dal #32, è fonte di gioia per gli splatterfan per l'epopea demoniaca scritta e disegnata da Kentaro Miura, iniziata oltre 15 anni fa e che, purtroppo, ha iniziato a torturare chiunque sia per la lentezza delle uscite dei volumetti, sia per la l'immobilità monolitica acquisita dalla storia.
Battle Royale #3 ci porterà di nuovo sull'isola dove si svolge il Progamma, perfido gioco nato dalle mente di Koushun Takami, autore dell'omonimo romanzo e sceneggiatore del manga per gli splendi disegni di Masayuki Taguchi, dove gli studenti di una classe delle scuole medie sono costretti a uccidersi l'un l'altro per un perfido piacere governativo.
Probabilmente per sfruttare la ristampa del fumetto, Mondadori ha da poco portato in Italia il romanzo originale, a 10 anni di distanza, ma più vado avanti nella lettura, più sono convinto che sarebbe stato meglio lasciarlo dov'era, o più che altro affidarlo a un traduttore più capace di Tito Faraci. La prosa è elementare, ingenua e pesantissima, ma non mancherò di parlarne - male - in sede di recensione.

Citazione finale per Record of the Venus Wars, scritto e disegnato dalla leggenda Yoshikazu Yasuhiko, il cui #1 è uscito il mese scorso. Yasuhiko è uno di quegli autori di cui si dovrebbe possedere tutto, tanta è l'importanza storica della sua figura. Co-sceneggiatore, assieme alla divinità Yoshiuki Tomino, della prima, fondamentale serie anime di Gundam (e di molte altre legate all'universo robotico più famoso di sempre), presenta con Venus Wars una storia di guerra e politica, ambientata in un futuro non troppo lontano su Venere. Ottimi disegni e dialoghi eccellenti, per uno degli acquisti obbligati di questa estate bollente.

13 commenti:

  1. se mi presti sti 50€ io pure le compro ste figate... però cavolo... dovrei investire una certa % dello stipendio e anche mi piacerebbe eh... però 10€ qua, 10€ là... sparisce tutto... berserk per dire non l'ho MAI letto... mannaggia...

    RispondiElimina
  2. Be', no, gli altri hanno prezzi umani, attorno ai 5 euro, sennò hai voglia... Io li prendo un po' per volta, a rate, anche molto tempo dopo che sono usciti, altrimenti, come credo chiunque, non ce la farei proprio. :-P

    Il problema, più che altro, è trovare il tempo per leggere tutto quanto. XD

    Comunque Berserk è fenomenale, il miglior fumetto di tutti i tempi, c'è poco da dire. Soffri, sciamano, soffri... :-P

    RispondiElimina
  3. Cioè. Tu mi stai dicendo che di Battle Royale hanno fatto il libro, il manga e il film?
    Dacchio! Ci hanno ciucciato fuori tutto il possibile immaginabile da questa storia! Ma le action figure che si sparano e accoltellano a vicenda non le hanno ancora fatte?

    RispondiElimina
  4. Eh sì, ma in Giappone Battle Royale ha avuto un successo colossale, cose che tu non immagini. :P

    Non so invece se ne abbiano tratto anche un anime, ma mi sorprenderei se non ci fosse.

    RispondiElimina
  5. Prossima uscita: la carta igienica di Battle Royale.

    RispondiElimina
  6. Videogame di battle royale? Magari un MMORPG? Esiste??

    Comunque di Berserk me ne parlano tanti che conosco e io ecco ci sto male perché non l'ho mai letto... dovrei recuperare magari a qualche fiera i volumi usciti...

    RispondiElimina
  7. Comunque Berserk lì, sembra Mirko dei Bee Hive. :P

    RispondiElimina
  8. Ma gli manca il ciuffo rosso :-P

    RispondiElimina
  9. I primi 30 numeri di Berserk sono una meraviglia. Peccato che ora, come dice il buon silente, la narrazione si sia un po' arenata e anche i disegni siano molto peggiorati (mi sa che c'è la mano di qualche allievo del nostro autore.) - Fino alla prima eclissi, però c'è da leccarsi i baffi!

    RispondiElimina
  10. Che Berserk sia il più grande fumetto di tutti i tempi è una bestemmia bella e buona, contando che, OGGETTIVAMENTE, si è capito benissimo che è da un pezzo che naviga in alto mare per colpa di infiniti filler che stan rovinando tutto quello che di buono aveva offerto nei primi 20 volumi. Non è sicuramente una merda e anzi è un grandioso fumetto, ma definirlo il migliore di tutti è ridicolo. Cmq concordo su Venus Wars.

    God87

    RispondiElimina
  11. ah, Nausicaa merda!

    God

    RispondiElimina
  12. Vergognati. Sparisci. Evapora. Torna a guarda i tuoi cartoni animati pieni di robottoni.

    Berserk, fumettisticamente parlando, è sopra ogni cosa.

    RispondiElimina